Language +39 039 8947469 Prova ora
Cerca
netjapan > Backup - Disaster Recovery > vStandby AIP

Disaster Recovery immediato

 

vStandby AIP: modulo add-on di ActiveImage Protector

 

Downtime di 2 Minuti – "Near-line availability"

Creazione di macchine virtuali in standby di server critici in VMware ESXi per una protezione concreta con disponibilità immediata.

 

Flessibilità e performance

Funziona in parallelo ad ActiveImage Protector e può essere installato su qualsiasi macchina del network. Scegliete le VM o macchine fisiche critiche e create repliche virtuali in standby pronte per essere avviate in caso di guasto.

 

Disponibilità immediata per macchine Windows e Linux

Creazione di repliche virtuali di tutte le macchine Windows e Linux del network con un'unica licenza di vStandby AIP, per garantire che possano essere nuovamente operative in pochi minuti in caso di guasto.

 

Utilizzo della Replica Virtuale in Standby con VMware o Hyper-V

vStandby supporta sia le versioni gratuite che quelle a pagamento di VMware ESXi e Microsoft Hyper-V. Per maggiori informazioni, consultate la documentazione.

 

Ripristino di macchine fisiche in un attimo

Ripristino di una macchina virtuale vStandby, comprensiva di tutte le modifiche fatte mentre questa era in uso, all'hardware fisico o virtuale originale, se necessario.

 

Replica in Standby replica aggiornata automaticamente

Le repliche Virtuali in Standby vengono aggiornate automaticamente quando vengono aggiunti nuovi file incrementali alla catena. In caso di guasto basta scegliere quale Point-in-Time avviare. Qualora ci si accorga di avere avviato quello sbagliato, è possibile cambiarlo ed avviarne un altro.

  • Repliche asincrone inviate direttamente ad un host VMware ESXi/Hyper-V 
    Le macchine fisiche e virtuali vengono replicate direttamente verso un host ESXi o Hyper-V (è necessario specificare il tipo di host al momento dell'ordine), creando così delle macchine virtuali in standby pronte per un switchover immediato qualora la macchina originale dovesse avere problemi.
  • Punti di ripristino multipli
    Per avviare una replica vStandby su un host VMware o Hyper-v, scegliete un qualsiasi punto di ripristino. Qualora utilizziate la versione gratuita di ESXi, vStandby utilizzerà sempre l'ultimo punto di avvio disponibile
  • Failover testing non-intrusivo
    Le repliche vStandby possono essere avviate-testate  senza interrompere il processo di failover dandovi così ulteriori garanzie.
  • Soluzione di Failback solution inclusa
    vStandby include un recovery environment che permette di recuperare l'ambiente server virtuale sostitutivo, comprensivo di tutte le modifiche fatte, sull'hardware fisico originale.
  • Requisiti di spazio su disco minimi
    I requisiti di spazio su disco sono ridotti al minimo grazie alla tecnologia NetJapan "inline P2V" che converte da fisico a virtuale senza che sia necessaria la presenza di un'immagine di backup pre-esistente.
  • Conformità: Test del vostro Business Continuity Plan (BCP) 
    Con vStandby potete testare regolarmente il vostro Business Continuity Plan in pochi minuti, verificando la vostra conformità con le norme in tema di Business Continuity Aziendale
Show more

Download trial da 30 giorni completamente funzionante

Cliccare qui per scaricare una versione di prova di tutte le soluzioni NetJpan in una volta sola.

 

Modulo aggiuntivo per

Buoni motivi per cui usare vStandby AIP anche se la funzionalità vStandby è già presente in ActiveImage Protector

 

Come si usa vStandby AIP?

Scenario 1: Onsite Instant Disaster Recovery e Business Continuity

  1. ActiveImage Protector è installato su uno dei diversi server e crea backup automatici che vengono salvati su un  NAS.
  2. vStandby AIP è installato su un'altra macchina del network per la creazione di macchine virtuali in standby in un ambiente virtuale VMware ESXi o Hyper-V. vStandby AIP converte automaticamente  i file di backup in VMDK o VHD/VHDX snapshot files tenendo aggiornati questi dischi virtuali.
    vStandby vi permette di gestire i set di immagini di un numero di sistemi fonti originali illimitato.
  3. Qualora si verifichi un guasto, basta avviare il disco virtuale scegliendo il recovery point e il server andato in crash si avvierà come VM in un attimo.

Downtime ridotto al minimo! 

 

Scenario 2: Offsite Instant Disaster Recovery e Business Continuity

  1. ActiveImage Protector è installato su uno dei diversi server e crea backup automatici che vengono salvati su un NAS.
  2. Usate l'add-on gratuito ImageCenter LE per replicare tutte le immagini di backup verso una destinazione remota o un cloud privato.
  3. Installate vStandby AIP su una macchina nella destinazione remota per la creazione delle macchine virtuali in standby in ambienti virtuali VMware ESXi o Hyper-V. vStandby AIP converte automaticamente i file di backup in VMDK o VHD/VHDX snapshot files, tenendo aggiornati questi dischi virtuali.
    vStandby vi permette di gestire i set di immagini di un numero di sistemi fonti originali illimitato.
  4. In caso di guasto, per far ripartire il server andato in crash, avviate il disco virtuale dalla destinazione remota al punto di ripristino scelto.
  5. Impostate gli utenti affinchè possano collegarsi al nuovo server remoto virtuale.

Riduzione del downtime e dell'impatto causato dal guasto! 

 

Dove acquistare vStandby AIP?

Diventate un Partner NetJapan: potrete scegliere tra licenze perpetue o con abbonamento in base alle vostre esigenze di rivenditore, VAR o Managed Service Providers.

 

Se siete già Partner NetJapan, potete effettuare i vostri ordini attraverso il nostro Portale per i Partner.


Per altre soluzioni, vi invitiamo a contattarci telefonicamente o attraverso il nostro form. Vi faremo sapere dove si trova il rivenditore a voi più vicino.